Milano Centro

Pubblicata il 23.03.2014

Milano è considerata la città più caotica d’Italia, ecco perché vi proponiamo di scoprire le sue bellezze con un itinerario da fare senza nessun mezzo pubblico.

Si parte da Castello Sforzesco, uno dei monumenti più curiosi e ricchi di fascino della città, la cui bellezza è data dalla compresenza delle tracce che ciascuna epoca ha lasciato sulla sua struttura.

Proseguite in direzione del Duomo, attraversando Largo Cairoli con il monumento di Giuseppe Garibaldi, passando per via Dante, zona pedonale ricca di diversi negozi alla moda.

Bircle

Il team di Bircle è appassionato di viaggi, turismo e social innovation. Il progetto Bircle mira a creare itinerari accessibili che rendano il viaggio un’esperienza entusiasmante e serena per tutti.

In Piazza Affari potrete ammirare il Palazzo della Borsa e la scultura monumentale L.O.V.E. di Maurizio Cattelan. Lungo via Cordusio si trova il Palazzo della Banca d’Italia e nella piazza omonima la statua del Parini e il Palazzo delle Assicurazioni Generali.

In Piazza dei Mercanti scoprirete le origini della città e dopo questo tuffo nel passato potrete rigenerarvi alla gelateria Grom dove è assolutamente da provare la Crema di Grom e il Pistacchio con i pistacchi di Bronte; per l’estate sono ottime le granite siciliane, in particolare quella alla mandorla con panna o quella al limone, mentre in inverno potete provare la cioccolata calda, con panna o sopra al gelato per un fantastico affogato.

Proseguendo in Piazza della Scala incontrerete il Teatro alla Scala, uno dei teatri più famosi che è stato anche il primo al mondo ad essere alimentato con la luce elettrica; il Monumento a Leonardo da Vinci e i Cantieri del ‘900, il nuovo spazio espositivo dedicato a una selezione delle collezioni di Intesa SanPaolo nel Palazzo Beltrami, sede storica della Banca Commerciale Italiana.

Attraversate la meravigliosa Galleria Vittorio Emanuele II dedicata al re d’Italia e progettata dall’architetto Giuseppe Mengoni. Fino al 1885 era accesa ogni notte dal celebre ratìn, il piccolo carrellino che col suo tocco faceva partire l’illuminazione a gas. Non sorprendetevi se nell’Ottagono centrale vedrete molte persone girare su se stesse stando col tallone del piede destro sui genitali di un toro: è una tradizione meneghina e pare porti fortuna. Ancora oggi permane la sensazione di camminare nel salotto dei milanesi, dove potersi concedere il lusso di fare un salto da Zucca a bere un aperitivo o lasciarsi incantare dalla fantasia dei cappellini di Borsalino, dalle collezioni di Prada e Louis Vuitton oppure fermarsi per un caffè da Savini.

Arrivati in Piazza del Duomo avrete l’imbarazzo della scelta: potete visitare il Duomo, visitare il nuovo Museo del ‘900 nel Palazzo dell’Arengario oppure una mostra a Palazzo Reale. Fermatevi a contemplare i palazzi e i portici circostanti, dove troverete al centro il Monumento Equestre a Vittorio Emanuele II, recentemente restaurato, ma ancora postazione prediletta per la sosta dei piccioni che invadono tutta la zona.

Proseguite la visita lungo Corso Vittorio Emanuele II, dove l’Excelsior ristrutturato dall’acclamato archistar Jean Nouvel e la Rinascente vi permetteranno di vivere un’esperienza unica di shopping in cui fashion, beauty, accessori, food e design si contaminano. Pensate che il famoso stilista Giorgio Armani cominciò la sua carriera come vetrinista proprio alla Rinascente. Vi consigliamo di salire al settimo piano per sorseggiare un aperitivo o fare un piccolo spuntino contemplando la magnifica vista che si gode dalla terrazza.

Dovete sapere che Milano è stata la prima città europea, e la seconda nel mondo dopo New York, ad avere la luce elettrica, che arrivò nel 1885 quando fu realizzata la centrale in Via Santa Radegonda, demolita solo nel 1926 per far posto al celebre cinema Odeon. Poco più in là troverete Luini, una vera istituzione milanese: da provare assolutamente i panzerotti tradizionali con mozzarella e pomodoro che sono sfornati senza sosta dalla mattina alla sera. Per gli appassionati di calcio all’angolo della via c’è il Milan Store e, a meno di 100 metri, un intero negozio dedicato all’Inter. Un’alternativa a McDonald’s, Spizzico e Burger King che trovate lungo Vittorio Emanuele può essere Mama Burger in Via Agnello 18.

In via Hoepli si trova la fornitissima libreria omonima, mentre al 15 di Via San Paolo, adiacente al Ferrari Store imperdibile per gli appassionati di motori, vi è l’Antica Focacceria San Francesco che vi delizierà con diversi piatti della tradizione palermitana e il cibo di strada.

Saranno contenti i lettori de I Promessi Sposi nel proseguire verso San Babila: nell’antica Corsia dei Servi si trovava il Prestin di Scansc, il fornaio davanti al quale scoppiarono i tumulti per il pane descritti da Alessandro Manzoni. Al numero civico 13 di Corso Vittorio Emanuele II si trova invece l’Omm de preja, l’uomo di pietra, o Scior Carera, una statua romana che ritrae probabilmente un imperatore.